SOCIAL

Herno

  • CommittenteHerno S.p.A. Lesa (NO)
  • Progetto architettonicoStudio di Architettura Mancuso & Turba Associati Arona (NO)
  • Impresa esecutriceMagnetti Building S.p.A.
  • LocalitàLesa (NO)
  • FotografoLuca Casonato
  • Anno completamento2015

HERNO INDOSSA MAGNETTI BUILDING

Dagli stabilimenti sulle rive del Lago Maggiore, nel comune di Lesa, da oltre 70 anni il marchio Herno è riferimento nel mondo per i propri capispalla simbolo della più raffinata abilità manuale e sartoriale italiana e dallo stile unico. Nel 2013 sono stati avviati i lavori per la realizzazione del centro per la logistica con sistema automatizzato di ultima generazione, esempio architettonico del rapporto fra il contenitore industriale e il contesto paesaggistico, opera firmata dallo studio di architettura Mancuso & Turba Associati. Il progetto strutturale e l’esecuzione sono stati affidati a Magnetti Building, che ha posto al servizio di Herno la propria expertise e know how nell’ambito dell’edilizia di Qualità, consegnando nella primavera 2015 il nuovo complesso.

L’edificio è mimetizzato nell’ambiente circostante, segno di rispetto del paesaggio e di ricerca di armonia con la natura, principi fondamentali della filosofia Herno. L’impianto industriale è stato rivisitato ponendo l’accento sul contesto e definendo nei dettagli le forme dell’involucro: il volume è scalato su due piani verticali, che appoggiano su un basamento in calcestruzzo a vista, una mole che si accompagna in modo fluido al profilo della collina retrostante nella quale l’edificio si integra tramite giardini pensili e verde verticale.

I 2.400 mq di superficie coperta sono stati racchiusi da pannelli perimetrali in cemento liscio fondo cassero per la superficie interna ed esterna al basamento, mentre per il primo livello la superficie esterna ha un disegno in matrice caratterizzato da linee orizzontali corrugate in rilievo, una texture che offre all’involucro rilevanza materica e simbolica. Le pareti sono rivestite da arbusti ed essenze locali, fondali naturali ricreati grazie al sostegno dei pannelli in calcestruzzo, e una maglia lineare in acciaio su cui si aggrappano i rampicanti, con un complesso sistema di impermeabilizzazione che garantisce l’isolamento di tutta la struttura e il corretto defluire delle acque di falda.